Russia e Bielorussia ancora da record

I Record di Massima del 6 Agosto 2010: 

Russia:
Moscow Vnukovo +38.1°C 
Rjazan +39.5°C 
Tula +39.2°C 
Tver +38.3°C 
Vjaz ma +38.1°C 
Smolensk +37.2°C 
Roslavl +36.5°C 
Cerepovec +36.2°C 

Bielorussia:
Kostjvkovici +38.5°C 
Orsha +38.2°C 
Gorki +38.7°C (Nuovo Record Nazionale di Massima della Bielorussia
Gomel +38.4°C 
Vitebsk +37.7°C 
Slavgorod +37.8°C 
Senno +37.0°C 

Fonte: MHerrera

Record battuti nel “solo” 2010: 324 (di cui 317 record di max e soli 7 di minima)

Totale Record battuti dal 2002 al 2009: 517

Totale Record battuti dal 2002 al 2005: 206 

Totale Record battuti dal 2006 al 2009: 311 

Record battuti nel 2007: 129

Record battuti nel 2009: 84

Record battuti nel 2005: 69

Record battuti nel 2003: 67

Record battuti nel 2006: 51

Record battuti nel 2008: 47

Record battuti nel 2002: 38

Record battuti nel 2004: 32 

Nell’articolo delle ore 18 del 6//2010 sul Meteogiornale, viene descritta la situazione apocalittica di Mosca:

“Queste nutrite e fresche azioni cicloniche sul cuore dell’Europa continuano a mantenere forte ed alimentare la presenza di un anticiclone di blocco sulle estreme zone dell’est del Continente e sulla Russia, ove ormai da oltre un mese seguita a fare caldo come mai si era avuto nella storia contemporanea. 
Questa clamorosa persistenza del caldo ha mandato totalmente nel caos la città di Mosca, che vive un periodo davvero drammatico con una stima di circa 5000 decessi ascrivibili alle avverse condizioni climatiche, una situazione probabilmente peggiore di quella del 2003 in Europa. 
Non solo le popolazioni locali sono costrette a sopportare temperature costantemente superiori ai 35 gradi (colonnina di mercurio oggi sui 37 gradi), ma si è generato un cocktail micidiale di smog e caligine, derivante dai fumi sprigionati dai numerosi incendi nelle aree limitrofe che hanno ormai resto l’aria irrespirabile.” 

Fonte immagine: http://www.earthcam.com

About jovi72