Caldo record a Ko Samui in Thailandia

Dopo una pausa di quasi 2 mesi ecco arrivare la notizia di un *Nuovo Record di Massima Assoluto* stabilito martedì 1 maggio 2012 alla stazione thailandese di Ko Samui, isola nella provincia di Surat Thani nel Golfo della Thailandia o per i malesi Teluk Siam (Golfo del Siam), quando la colonnina di mercurio è salita fino a +36.7°C, superando di 2 decimi il precedente record di +36.5°C del 19 aprile 1990 e del 22 aprile 1992 e 4 decimi più caldo del precedente record mensile del 21 maggio 1983 con +36.3°C.
La temperatura di +36.7°C dell’1 maggio è stata accompagnata da tassi di umidità pazzeschi, ampiamente sopra il 50%.
L’inizio dei rilevamenti termometrici nella stazione di Ko Samui è del 1969 (44 anni).

Molte altre località thailandesi hanno sfiorato il record per pochi decimi.

L’ultimo record assoluto era caduto nella lontana Polinesia Francese il 9 marzo 2012:
dopodiché si sono succeduti tanti record mensili di caldo, in molti casi nazionali come quelli caduti negli Stati Uniti, Canada, Islanda, Norvegia, Germania, Austria e in molti paesi dell’est europeo a fine aprile.

Mappa delle temperature massime registrate in Thailandia l’1 maggio 2012 a cura del Thai Meteorological Department:

Sotto l’andamento delle temperature negli ultimi 5 giorni a Samui grazie al servizio di raccolta dati del sito Ogimet:

Interessante notare come l’ultima volta che la temperatura è scesa sotto i 30° è stato il 2 aprile, quando la località thailandese si “limitò” a far regsitrare una temperatura massima di +29.3°C.
Dal 19 febbraio a oggi solo 3 volte la temperatura si è mantenuta sotto i 30°C.
Sul fronte Dew Point, il più alto dall’inizio dell’anno è stato di +27.4°C il 2 maggio scorso, con una temperatura del bulbo secco di +29.5°C  e un Wet Bulb (temperatura del bulbo bagnato) di +27.9°C, il tutto senza un alito di vento.


Samui è la seconda isola più grande della Thailandia dopo la famosissima Phuket.
Il clima è di tipo tropicale monsonico. Il mese più secco è febbraio con 57.8mm di precipitazioni mentre i mesi più piovosi sono novembre con 489.6mm e ottobre con 290.2mm.
Durante l’anno mediamente cadono 1956.4mm.
Sono 8 i mesi in cui la temperatura media delle massime supera i 30°C, quello con la media più alta è per l’appunto maggio con +32.6°C.
7 i mesi in cui la media delle mime è superiore ai +25°C.
Dicembre con la temperatura media delle minime di +23.9°C è il mese più freddo.

Caldo afosissimo anche nella Capitale thailandese Bangkok, che continua a far registrare temperature massime fra 38°C e 40°C e minime, da oltre 2 settimane, a ridosso dei 30°C.
Temperature accompagnate da tassi di umidità medio sopra il 65% nel centro cittadino e indice di calore vicino al record mondiale, ormai alcune stazioni in pieno centro hanno superato la soglia dei 65°C di Heat Index.

Sotto le temperature massime raggiunte l’1 maggio 2012 in Thailandia

Questo il trend delle temperature minime negli ultimi 60 anni in Thailandia:

Questo grafico è relativo alla tendenza delle temperature massime dal 1951 al 2011:

Si può subito notare, come l’aumento maggiore abbia interessato più le temperature minime che le massime, probabilmente a causa dell’urbanizzazione e conseguente isola di calore.

Visto che tra meno di un mese entriamo nell’estate meteorologica, oltre ai soliti indici di calore vi propongo, per chi non lo conoscesse, una lettura a questo interessante indice per calcolare l’indice di calore:
il “Wet Bulb Globe Temperature”, sviluppato nel 1956 dal corpo dei Marines degli Stati Uniti.
Uno dei pochi indici che utilizza tutti i parametri per stabilire il grado di afa, dalla temperatura all’umidità, dalla velocità del vento alla radiazione solare.
Questa la pagina Wikipedia inglese: http://en.wikipedia.org/wiki/Wet_Bulb_Globe_Temperature

Speciali Ringraziamenti a Maximiliano Herrera

By Giuseppe Vitale

 

About jovi72