Capitola anche la Siria. Quasi 47° ad Hama. Record storico tra i combattimenti!

Hama

Hama, Siria. Foto Pierre PICCININ (manifestazione del 15 luglio 2011)

 

Situazione drammatica in Siria. Continuano i furiosi e sanguinosi combattimenti tra le truppe governative di Assad e i ribelli. Giusto ieri, sabato 16 giugno 2012, l’esercito di Damasco ha sferrato un’ennesimo attacco nella provincia di Hama, città di quasi 600.000 abitanti nella Siria centro-occidentale in condizioni meteorologiche a dir poco proibitive.

Passando alla meteo, infatti Hama, dopo 3 giorni abbondantemente sopra i 40°, la colonnina di mercurio ha raggiunto +46.6°C stabilendo il *Nuovo Record Assoluto di Massima*. Superato di 1.2° il precedente record di +45.4°C del 2 agosto 2010. +45.4°C che erano stati *Uguagliati* il giorno precedente (15 giugno 2012).

 

Notevoli i valori raggiunti anche dalle altre località siriane: Palmyra +45.3°C (record +48.3°), Deir Ezzor +45.0°C (record +47.8°), Damasco +44.8°C (a solo 1° dal record di +45.8°), Hassakah +44.4°C (detentrice del Record Nazionale con +49.4°C del 30 luglio 2000), Aleppo +43.8°C (record +47.0°) e Kamishli +43.6°C. Caldissimo anche a Abukmal, dove nel synop delle ore 12 sono stati trasmessi +45.6°. Purtroppo, la stazione da diversi mesi emette i synop delle ore 6, 9 e delle 12 senza trasmettere gli estremi giornalieri.

Ha sicuramente problemi di sovrastima la stazione di Raqqa. Da 4 giorni la stazione siriana segna valori superiori ai 46°. Ieri avrebbe raggiunto addirittura i +49.0°C a solo 4 decimi dal record nazionale, ma sicuramente il dato è da cestinare.

Chiudo con la speranza che si ponga fine a questo massacro. Da oltre un’anno gli scontri tra regime e ribelli vanno avanti senza che nessuna nazione intervenga. Complimenti alle super potenze!

By Giuseppe Vitale

 

About jovi72