Continua il caldo afoso a Bangkok. In Rajastan superati i 40°. Scarse piogge nell’area Pacifica tra Costa Rica e Messico. Sfiorato un record di caldo nelle Mauritius

News Flash

SUDEST ASIATICO
Prima minima sotto i +26°C per questo marzo infernale a Bangkok, (solo 4 minime sotto i +27°C) “compensata” pero dai +37.7°C di massima, a sua volta compensata dall’umidità relativa media che per la prima volta in marzo scende sotto i 69%.

Ancora una volta nessuna capitale del sudest asiatico, nemmeno le più notoriamente calde e afose, si è dimostrata capace di avvicinare il caldo infernale di Bangkok che questo marzo sarà fra i primi 5 più caldi della storia.
In quale posizione si piazzerà marzo 2012 a Bangkok dipenderà dagli ultimi 10 giorni del mese.

Molto caldo nel sud dell’India dove marzo e aprile sono i mesi più caldi, mentre salendo più a nord il caldo inizia adesso (già oltre i +40°C in Rajastan) con picchi fra maggio e giugno.

AMERICA CENTRALE
Marzo caldo e secco in America Centrale, segno di una Nina ormai col fiato corto.
Molto caldo questo mese a Panama (Santiago, David, Ciudad de Panama il cui aeroporto Tocumen e un po’ più fresco nelle minime rispetto alla citta sul mare).

Anche dalla Costa Rica al Messico, specie nell’area pacifica secco quasi totale e scarse piogge anche nella costa caraibica, questo dovuto al non inverno negli USA che non ha “caricato” fronti freddi in groppa agli alisei, che notoriamente portano pioggia e freddo nei Caraibi durante l’inverno nordamericano.

SUDAFRICA E SUDAMERICA
Il caldo in Sudafrica, Argentina e Uruguay invece si è trascinato anche nel primo mese autunnale che insieme a febbraio sono stati caldissimi.

I RECORD SINORA
Comunque 1 solo record assoluto in questo marzo (più uno sfiorato nella collinare Vacoas nelle Mauritius) che si somma a uno in febbraio.

Finora da inizio anno nessun record nazionale, ma era previsto che quest’anno si sarebbe partiti in sordina.

Fonte: Maximiliano Herrera

By Giuseppe Vitale

About jovi72