Il tifone Soulik abborda Taiwan. Record di Caldo in Cina!!!

e58d8ee7a596e5bab5e58685e699af

In questi giorni una soffocante ondata di calore, perché accompagnata da elevati tassi di umidità relativa in posti climaticamente molto umidi, sta colpendo molte aree della Cina orientale. In diverse località, nella giornata odierna, i termometri hanno superato la soglia dei+37°C +38°C, avvicinandosi al muro dei +40°C +41°C all’ombra.
Per l’est della Cina si tratta di cifre davvero sorprendenti, prossime ai rispettivi record assoluti di caldo. Negli ultimi due giorni, da Shanghai a Fuzhou, l’effetto “afa” prodotto dal mix di caldo e altissimi indici di umidità relativa, ha originato una vera e propria “sauna”.
In molte città della Cina orientale le autorità locali hanno dovuto emettere decine di allerte rosse per gli elevatissimi indici di calore raggiunti, specie nei grandi centri urbani della super potenza asiatica.
Con queste temperature, supportate da indici di umidità che salgono sopra il 55-60 %, non è facile abituarsi.
L’aria diventa quasi irrespirabile, mentre la debole ventilazione nei bassi strati, assieme al prolungato soleggiamento diurno, favoriscono la stagnazione di tutte le sostanze inquinanti prodotte dalle centinaia di fabbriche e industrie che caratterizzano le periferie delle grandi metropoli cinesi di oggi.
 

Rsasavn488

Per quel che concerne le temperature massime registrate nella giornata odierna, fra i valori più elevati vanno citati i +39.5°C di Hangzhou, che cosi va a sfiorare il suo record assoluto di caldo, di ben +40.3C°C.
Battuto il record assoluto di Fuyang, che ha stabilito una incredibile massima di+41.1°C, la più alta mai registrata nella città cinese.
Ma la temperatura più elevata è stata registrata a Bozhou dove il termometro ha raggiunto un picco di ben +42.1°C, a soli 4 decimi dal record di tutta la regione centro orientale cinese.
Notevolissimi anche i +41.1°C toccati a Huaibei e i +41.0°C a Huangshan, Luan e Wuhu, tutti accompagnati da tassi di umidità relativa importanti che hanno contribuito ad accrescere l’effetto “afa”, con indici di calore davvero insopportabili per la popolazione locale.
Per quanto riguarda i +42.1°C archiviati a Bozhou è stato confermato anche il rispettivo record assoluto di caldo per l’importante città cinese, letteralmente bruciato il record anteriore di +41.2°C, stabilito nel Giugno del 1964.
Il muro dei +40°C all’ombra, associato a tassi di umidità attorno i valori medi, è stato superato anche nei pressi di Shanghai e nell’area attorno Fuzhou, dove sono state emesse diverse allerte di caldo, visto il pericoloso mix con gli elevati indici di umidità nei bassi strati.
 

Il tifone "Soulik" si avvicina mentre si avvicina su Taiwan

Ed il caldo afoso anche nei prossimi giorni continuerà a non dare tregua, salvo che per le aree del Fukien che a breve verranno interessate dal “landfall” del tifone “Soulik”, il quale dispenserà abbondanti precipitazioni e forti temporali che avranno un effetto refrigerante, ma solo temporaneo.
Inoltre, questa improvvisa impennata delle temperature lungo le coste della Cina orientale, affacciate sul mar Cinese Orientale, è direttamente correlata all’avvicinamento del tifone “Soulik” all’isola di Taiwan e al Fukien.
Il tifone è caratterizzato da una forte attività convettiva (forti correnti ascensionali), soprattutto attorno la parte centrale del sistema depressionario, dove si è sviluppato un imponente nucleo, con nubi torreggianti che si sono avvitate attorno il profondo minimo barico centrale.
Come si sa i fenomeni atmosferici, nelle loro dinamiche piuttosto complesse, sono caratterizzati da “azioni e reazioni” che servono a raggiungere un equilibrio.
In questo caso l’intensa attività convettiva, generatasi attorno al tifone “Soulik”, ha favorito lo sviluppo di importanti aree di “Subsidenze atmosferiche” (moti discendenti) nella zona a ovest e ad est dell’area di massima convenzione, dove si concentrano le bande nuvolose spiraliformi più compatte.
 

Rwavn002

In pratica, le forti correnti ascensionali prodotte da “Soulik”, una volta giunte nell’alta troposfera, poco più a ovest del tifone, raffreddandosi e deumidificandosi a tali quote hanno di tutta risposta innescato forti moti discendenti che hanno compresso ulteriormente l’aria in loco, determinato insolite scaldate, a causa della“compressione adiabatica”.
Questo spiega perché, in molte città della Cina orientale, le temperature, già di per se molto elevate per la stagnazione al suolo di aria calda e molto umida d’estrazione sub-tropicale, si sono ulteriormente impennate, ben oltre il muro dei +39°C +40°C.
Parliamo di valori limite per l’umidissimo clima della Cina orientale. Per quanto concerne gli alti tassi di umidità relativa che accompagnano questa forte ondata di caldo, occorre ricordare che queste forti “Subsidenze”, pur essendo intense, non riescono ad asciugare l’aria nei bassi strati a livelli accettabili dato che c’è tanta umidità che impregna perennemente queste aree.
 
Riepilogo *Nuovi Record Assoluti di Temperatura Massima*
Bozhou +42.1°C (precedente record +41.2°C del giugno 1964)
Fuyang +41.1°C
 
 
Articolo di Daniele Ingemi
 
 
 
 
Il tifone Soulik raccontato dall’utente Sarmatico del sito Unimeteo:
Il tifone è approdato nel Taiwan nella serata di ieri come abbiamo visto nei post precedenti.
Le forti raffiche di vento ( da 190 km/h) e le abbondanti piogge hanno abbattuto numerosi alberi lasciando al buio numerose abitazioni. Un primo bilancio parla di 1 morto e 21 feriti, con 8.500 persone evacuate dalle zone più a rischio.
Alcuni dati dal Central Weather Bureau,pioggia caduta nei due giorni

Ultime 22 ore:

 



In queste ore sta interessando la costa della Cina sud orientale come tempesta tropicale

 
Typhoon Soulik in Taipei, Taiwan, on July 13, 2013. Chiang Ying-ying, AP


 

 

About jovi72