Impressionanti i primi 8 giorni dell’anno negli Stati Uniti. Rapporto tra record di caldo e di freddo pari a 36 a 1.

Il caldo Made in USA



Primi 8 giorni di gennaio fatali per gli Stati Uniti.
Una quarantina di località hanno battuto il proprio record di massima mensile e i record giornalieri di massima sono stati oltre il doppio dei record giornalieri di freddo dell’intera estate 2011.
Inoltre, il rapporto tra record di caldo e di freddo giornalieri è stato pari 36 a 1.

All’ 11 gennaio la situazione non è certo migliorata, con il rapporto tra record di massima e di minima giornalieri salito a 47 a 1.
record giornalieri di massima hanno raggiunto quota 1801 più 466 record eguagliati, mentre i record di minima giornalieri si sono fermati a 38 oltre 28 record eguagliati.
Per una volta, i freddofili statunitensi debbono ringraziare la mite Florida altrimenti si rischiava il “cappòtto”.

Ma le notizie positive per i freddofili arrivano dai posti più impensabili:
Un ***Nuovo Record Assoluto di Accumulo Nevoso*** è stato registrato lunedì 9 gennaio 2012 a Midland (Texas) quando sono caduti nell’arco di 24 ore la bellezza di 26.9cm di neve.
Distrutto il precedente record di 15cm del 9 gennaio 1955.
Sotto la mappa della neve caduta nella zona e nel vicino New Mexico il 9 gennaio scorso:

*Record* anche nella città di San Angelo, dove sono caduti 6.6cm di neve fresca.
Superato il precedente record di 6.1cm del 24 febbraio 2010.
Fonte: NWS

By Giuseppe Vitale

About jovi72