In Iran sfiorato il Titolo di Località più Afosa al Mondo! Raggiunti 35° di dew point e oltre 74°C di Heat Index!!!

Continua la feroce ondata di calore che sta colpendo da diversi giorni il Golfo Persico.
Mentre Sulaibiya ieri, lunedì 23 luglio 2012, con +52.9°C strappava per 3 decimi all’altra kuwaitiana Mitribah (+52.6°C il 20 luglio) il momentaneo *Primato Asiatico di Località più Calda* e il *6° Valore più Alto della Storia Termometrica Mondiale* (e a soli 2 decimi dal record della stazione), l’iraniana Jask (3 metri slm), situata più a sud nel Golfo dell’Oman sfiorava il Titolo di Località più Afosa del Pianeta.
 

Jask (Iran)

 
Jask, venerdì 20 luglio 2012, registrava i valori massimi nel metar delle ore 14.30 con: cielo sereno, temperatura +37°C, dew point +35°C, umidità relativa 89%, vento da ovest 22 km/h, visibilità ridotta a 5 km, pressione 995 hPa e Heat Index pari a +74.1°C.
Titolo, dunque, che rimaneva nelle mani della saudita Dharan, che l’8 luglio 2003 registrava i valori massimi nel metar delle ore 13 con: cielo sereno, temperatura +42°C, dew point +35°C, umidità relativa 68%, vento da ENE 11 km/h, visibilità 8 km, pressione 995hPa e Heat Index pari a +79.9°C.
 

Temperature del 20 luglio 2012 alle ore 12 GMT

 
Piccola rivincita di Jask nei confronti di Dharan se si prendeono in considerazione il solo dew point e i synop. Infatti, mentre Jask nelle osservazione sinottica delle 13:30 locali del 20 luglio scorso registrava un dew point massimo di +34.5°C (con +36.4°C di temperatura), mentre Dharan il famoso 8 luglio 2003, nell’osservazione sinottica delle ore 12 locali (9 UTC), faceva registrare un dew point di +34.0°C (con una temperatura di +40.0°C), quindi inferiore di 5 decimi.
Per cui Jask, pur non conquistano il titolo assoluto di località più afosa al Mondo, stabiliva il *Nuovo Record Mondiale di Dew Point*.
Valori igrometrici che veniva bissati il giorno seguente (21 luglio 2012) con un dew point massimo che toccava +34.4°C con temperature sempre superiori ai +36°C.
 

Heat Index del 20 luglio 2012 ore 12 GMT

 
Le condizioni che hanno favorito questi mostruosi valori di temperatura e umidità sono da ricercare nelle altissime isoterme, nella temperatura dell’acqua  del Golfo (quasi +37°C) e nei venti provenienti dalla costa degli Emirati Arabi e dall’Oman che attraversando lo stretto di Hormuz sono riuscite a far scendere la temperatura dell’aria di 2/3°C ma facendo salire a dismisura il dew point.
Inoltre, c’è da dire che la popolazione essendo molto povera avrà sicuramente subito le pene dell’inferno a causa dei pochi locali condizionati con aria condizionata.
 

Dew Point del 20 luglio 2012 ore 12 GMT

 
 Nel prossimo post il resoconto degli ultimi giorni tra Kuwait, Iran, Emirati e Iraq.

Si ringrazia Maximiliano Herrera

By Giuseppe Vitale

About jovi72