Ondata di calore storica in Marocco. Mai così tanto caldo a Marrakesch, quasi 47°C! Oltre 44° in Spagna. Superati i 40° in Portogallo.

Fortissima ondata di calore da 4 giorni sta colpendo il Nord Africa tanto da far divenire l’Algeria meridionale e il Marocco una delle zone più calde del Pianeta negli ultimi giorni, insieme al solito Medio Oriente e Pakistan.

Piazza Djemaa el-Fna di Marrakech

Le termiche in quota si sono mantenute attorno i +30°. L’apice termico è stato raggiunto, a poco più di 1570 metri, nel radiosondaggio di Tindouf il 27 giugno 2012 quando a mezzanotte sono stati rilevati +31.0°C.

Il Marocco è stata la zona maggiormente interessata con temperatura abbondantemente sopra i 43° raggiunti in diverse località: Meknes +44.6°, +43.9° ad Agadir, +43.1° a Beni Mellal e +43.0° a Nouasseur.

Ma la temperatura più alta in Marocco, martedì 26 giugno 2012, veniva raggiunta presso la stazione meteorologica di Marrakesch (a 466 metri s.l.m., codice WMO: 60230; codice ICAO: GMMX), quando con una massima di +46.9°C stabiliva il *Nuovo Record di Massima Assoluta* superando il precedente record di +46.6°C del 19 luglio 1995 e i +46.3°C del 29 luglio 2009.

Presumibilmente il nuovo record di +46.9°C veniva registrato tra le 14:30 e 15:30, con cielo nuvoloso, dew point di +7°C, umidità relativa del 10% circa, pressione 1016hPa, visibilità ottima (10km) e vento di direzione variabile tra i 7 e gli 11 km/h. La minima della notte era stata di +28.8°C.

Interessanti anche le temperature massime registrate nei giorni scorsi e seguenti: +46.1°C domenica 24 e +45.7°C lunedì 25 e mercoledì 27 giugno 2012. L’archivio termometrico di Marrakesch inizia nel gennaio 1943. Il record di minima della città è di -5°C.

Disintegrato di 1.6°, e continuamente superato nella 4 giorni di fuoco, il precedente record di massima mensile per giugno che era del 26 giugno 2008 di +45.3°C, raggiunti con cielo parzialmente nuvoloso, dew point +1°C, umidità relativa del 7%, pressione 1013hPa, venti dai quadtranti nord-occidentali tra gli 11 e i 15 km/h e visibilità di 6 km.

Declassato a semplice record mensile il precedente record assoluto di +46.6°C del 19 luglio 1995 registrato alle 15, con cielo nuvoloso, dew point +6°C, umidità relativa 9% circa dopo una temperatura minima oraria di +28°C e una temperatura media giornaliera di +36.9°C e quando Kasba Tadla raggiunse +45.9°C, Beni Mellal +45.6°C e Larache +45.4°C.

Marrakesch sopra la soglia dei 46° anche il 29 luglio 2009, quando attorno le 15:30 sfiorò per soli 3 decimi il precedente record assoluto facendo registrare +46.3°C, con cielo poco nuvoloso, dew point +4°C, umidità relativa dell’8%, pressione 1017hPa, visibilità 6 km, vento da NNE 9 km/h, dopo una temperatura minima della notte di +28.5°C e temperatura media giornaliera di +36.8°C. Lo stesso giorno Agadir Al Massira raggiunse +48.6°C (mentre il giorno successivo avrebbe stabilito il Record Nazionale Assoluto del Marocco con +49.1°C del 30 luglio 2009), Tan Tan +47.6°C, Taza +45.6°C e Beni Mellal +45.4°C.

A seguire le giornate che a Marrakesch si sono raggiunti i +46.1°C: il 26 agosto 2010 (attuale record mensile agostano) e il 24 giugno 2012 mentre si sono raggiunti i +46.0°C: il 26 luglio 1973, il 28 luglio 1979, il 19 e 20 luglio 1980, il 10 luglio 1994 e il 28 luglio 2009,

Errati i valori contenuti nell’archivio GSOD: +48.6°C del 28 luglio 1987 e i +46° del 2 luglio 1975.

Inoltre, il gran caldo si è spinto oltre i confini africani fino a sbarcare nella Penisola Iberica, sempre martedì 26 giugno 2012, dove in molte località si sono superati i 43°, tra queste:

+44.4°C a Montoro (nella provincia di Cordoba) e a Andújar (nella prov. di Jaén);

+44.1°C alla stazione aeroportuale di Cordoba;

+43.1°C a Santa Elena (nella prov. di Jaén) e a Mérida (nella prov. di Badajoz).

anche in terra portoghese superati i 40°:

+40.5°C a Castelo Branco e a Beja;

+40.4°C a Evora.

Nel prossimo articolo i record assoluti caduti negli Stati Uniti

By Giuseppe Vitale

About jovi72