Record di freddo: Wanted dead or Alive. In Spagna il 2012 si è aperto con oltre 26°C e record mensili al seguito!

SPAGNA:

C’eravamo lasciati il 2010 con la speranza che il 2011 fosse l’anno della svolta, ma così non è stato.
Ci siamo detti: finito il 2011, anno orribile per l’Europa e il Mondo con tanti record nazionali mensili e assoluti di massima, il 2012 sarà l’anno 1, e infatti anno nuovo stessa storia:
sempre e solo record di caldo.

Partiamo dalla Spagna dove da inizio dicembre “stupisce” per l’eccezionale siccità e per le temperature particolarmente alte.  Il nuovo anno non è da meno.

L’apice negativo, di questo inizio gennaio, si è raggiunto tra la vigilia e il giorno dell’Epifania, nella costa orientale e meridionale del paese.

Il 5 gennaio 2012 alle ore 16:00 *Nuovo Record Mensile di Massima* registrato alla stazione aeroportuale di Valencia, quando la colonnina di mercurio è salita fino a +26.0°Csuperando di 4 decimi il precedente record mensile di +25.6°C del 28 gennaio 2003 (inizio rilevamenti 1966).
Vicina al record anche la storica stazione della capitale comunidad valenciana, Valencia/Viveros, che con +25.6°C si è portata a soli 6 decimi dal record mensile di +26.2°C del lontano 31 gennaio 1948.

Questa la situazione in Europa alle ore 15 UTC (ore 16 italiane) del 5 gennaio 2012:

In quest’altra immagine le temperature registrate alle ore 12 UTC del 6 gennaio 2012:

Infine, le più alte temperature massime registrate in terra Iberica dall’1 al 6 gennaio 2012:

Per par condicio, la temperatura più bassa registrata in Spagna, nei primi 7 giorni dell’anno, è stata rilevata a Puebla de Sanabria, nella provincia di Zamora (comunità autonoma di Castiglia e León), con una minima di -7.2°C registrata il 5 gennaio 2012 alle ore 9.

Viste le temperature, gli albergatori delle zone costiere farebbero bene a riaprire i battenti.

By Giuseppe Vitale

About jovi72