Sfiorato il record dell’emisfero australe di marzo in Sudan. Caldissimo in Egitto e a Nairobi. Afosissima Bangkok. Raggiunti i 35° in California i primi di marzo.

AFRICA/SUDAN

Brutale risposta di Abu Na’Ama (Sudan) a Dome Argus (Antartide) che nei giorni scorsi aveva sfiorato per soli 8 decimi il Record Mensile dell’Emisfero Australe.
La stazione sudanese mercoledì 14 marzo con +46.0°C ha sfiorato per solo 1°C il Record di Massima Mensile dell’Emisfero Settentrionale, che appartiene alla stazione di Ndjamena della Repubblica del Ciad con +47.0°Ca 1.8°C dal Record Mondiale di Marzo che appartiene a pari merito con +47.8°C alle australiane Roebourne (4 Marzo 1998) e a Carnarvon (6 Marzo 2007).
Il 12 marzo la massima ad Abu Na’Ama si era “fermata” a +45.0°C.

L’11 marzo +40/+41°C in Egitto, ad Abu Simbel, Karga, Assuan e Asyut.
Varcata la soglia dei +30°C in Israele: Eliat l’11 marzo ha fatto registrare una max di +32.2°C.

Gran caldo nei giorni scorsi tra Tanzania e Kenya.
Sfiorato per soli 8 decimi il Record Assoluto di Massima a Nairobi (oltre 1600mt slm).
+32.0°C archiviati domenica 11 marzo 2012. (+25.6°C la media delle massime a marzo).
Da segnalare anche i +31.5°C del 14, i +31.3°C del 12, i +31.0°C del 4 e 10 Marzo scorso.
Soglia dei 30° superata dalla capitale keniota in ben 7 date anche a febbraio.


Sotto le temperature degli ultimi 24 giorni a Nairobi:

ASIA
Per gli amanti di questo genere di statistica, Primato stagionale 2012 per Bangkok che con +36.7°C di max, +27.0°C di min. e umidità media quasi del 70% risulta al momento la *località con il Più Elevato Indice di Calore*.

Nei giorni scorsi la Capitale thailandese ha ripetutamente superato la soglia dei +26°C di Dew Point (max +26.2°C).
Da sottolineare come quest’anno la stagione fresca è stata praticamente inesistente con media mensile di +29°C già a gennaio.

ARTICO
Per ben 2 giorni consecutivi massime sopra lo zero nella freddissima Danmarkshavn, a 76°N in Groenlandia.
Mercoledì 7 la temperature massima è stata di +0.1°C mentre giovedì 8 marzo è salita fino a +0.2°C e precipitazione miste.
Dal 13 marzo la colonnina di mercurio è ripiombata sotto i -25°C, con punte di -33.9°C di minima.

USA
Dopo che l’inverno 2011/2012 è risultato il *Quarto Più Caldo della Storia* negli USA, oggetto di un un approfondimento nei prossimi post, la primavera non inizia sotto i migliori auspici.
Fullerton in California, domenica 4 Marzo, è stata la prima stazione americana ha varcare il muro dei +35°C.
Ai 35° Fullerton ha risposta Laredo in Texas, l’8 marzo, con una massima di +34.4°C.
La stessa Laredo il giorno seguente ha fatto registrare una massima di soli +13°, con pioggia e raffiche da NNO oltre i 46 km/h, insomma cose all’americana.
Registrati 88°F anche in Florida.
Incredibile come mezzo paese il 12 marzo scorso era con temperature di +25°C dal Nord Dakota in giù.
Mentre scrivo, vi sono tantissimi record giornalieri stabiliti o sfiorati nel nord-est degli Stati Uniti.
Insomma dopo le anomalie positive dell’estate 2011, tra le più calde della storia, quelle dell’autunno e dell’inverno scorso si profila una primavera hot a stelle e strisce.

Unica nota positiva la costa nordoccidentale dove si sono registrate nevicate anche nella costa dell’Oregon, come difficilmente si vedono in inverno: 8.5” (circa 25cm) a Tillamook e 6.0” (circa 18cm) a Newport, persino 2 pollici a Bandon dove la neve con accumulo è rara e cade in quantità quasi sempre irrisorie.
Nella costa californiana settentrionale la quota neve si è attestata a circa 500m slm, nella zona di Eureka, dove ricordiamo c’è stato un solo accumulo nevoso a livello del mare negli ultimi 50 anni (febbraio 1989).

Speciali ringraziamenti a Maximiliano Herrera

By Giuseppe Vitale

About jovi72